Viaggio in Croazia


Attraversare il confine

Dal 1o luglio 2013 la Repubblica di Croazia è membro dell’Unione Europea ma la polizia di frontiera continuerà a effettuare controlli nelle zone di frontiera con gli altri paesi, compresi gli stati membri dell’UE, fino al momento dell’adesione della Croazia alla zona Schengen, mentre i controlli doganali non verranno effettuati ai confini statali con gli altri stati membri dell’UE.

I cittadini degli Stati membri dell’UE o dello Spazio economico europeo, ivi compresi i cittadini di Norvegia, Islanda, Liechtenstein e della Confederazione svizzera, quelli del Principato di Andorra, Monaco, della Repubblica di San Marino e della Santa Sede, possono entrare in Croazia semplicemente con la carta d’identità ovvero con un altro documento comprovante l’identità e la cittadinanza.

Ai confini vengono introdotte apposite corsie ove possibile.

Documenti e visto turistico

Documenti

Per entrare in Croazia sono necessari la patente di guida e il documento di assicurazione del veicolo. È bene possedere anche una patente di guida internazionale per un possibile noleggio auto (rent-a-car) che viene rilasciata dal proprio autoclub.

Il conducente di un veicolo a motore immatricolato all’estero che entra nel territorio croato deve disporre di un certificato internazionale di assicurazione auto valido sul territorio dell’Unione europea o di altro documento che conferma l’esistenza di tale assicurazione. I documenti giustificativi e le prove internazionali ammissibili sono: una targa ufficiale presente sul veicolo che è normalmente stazionato sul territorio dello stato il cui ufficio nazionale è parte firmataria dell’Accordo Multilaterale, ovvero una carta verde valida rilasciata per un veicolo che proviene dallo stato il cui ufficio nazionale di assicurazione non è parte firmataria dell’Accordo Multilaterale, e altri documenti e prove la cui validità è riconosciuta dall’ufficio di assicurazione della Croazia.

Visto turistico

Per i cittadini provenienti da paesi al di fuori dell’UE e del SEE è necessario un visto turistico.

Consolati

Le missioni diplomatiche e gli uffici consolari della Repubblica di Croazia all’estero o il Ministero degli Affari Esteri e dell’Integrazione Europea della Repubblica di Croazia.

Telefon: +385 (0)1 4569 964
e-mail: stranci@mvpei.hrvize@mvpei.hr
Web: www.mvpei.hr

INFO

.