Attrazione

Acquedotto antico – Talijanova buža

L’elemento di maggiore interesse è rappresentato dall’acquedotto antico risalente al I secolo, intagliato nella pietra viva. Questo peculiare acquedotto romano, chiamato popolarmente Talijanova buža, irrigava Novalja con l’acqua proveniente dai suoi campi. L’acquedotto è lungo circa 1,2 km, di larghezza massima 60-70 cm, ha 9 arcate e in alcuni punti è alto fino a 40 m. L’ingresso all’acquedotto si trova all’interno del Museo Civico nel quale viene conservata una parte del patrimonio culturale ed etnologico di Novalja.

Gli oliveti centenari

Gli oliveti di Lun rappresentano un’oasi di pace autentica e sono uno degli angoli più belli e suggestivi della nostra isola. Tra i numerosi alberi di olivo, per la loro particolarità spiccano circa 1500 alberi di olivo selvatico – l’Olea oleaster, alti 5-8 m con un diametro a petto d’uomo di 20-80 cm.

Quest’area coperta d’olivi selvatici, estesa su 24 ettari, è unica nell’Adriatico ed è di gran valore botanico. Per le sue peculiarità, nel 1963 è stata protetta e proclamata riserva botanica.

Il progetto Vrtovi lunskih maslina (Orti di olivi di Lun) è iniziato nel 2010 e verrà completato nel corso del 2013. L’obiettivo del progetto è quello di tutelare i valori naturali e culturali e promuovere l’unicità del paesaggio.

Il progetto “Vrtovi lunjskih maslina” (Il giardino di olivi di Lun) è stato in gran parte finanziato dalle sovvenzioni provenienti dai fondi di preadesione dell’UE.